Vai al contenuto principale

ATTIVITÀ DIDATTICHE 2019

Il programma didattico prevede l'acquisizione di 45 CFU complessivi, così ripartiti :

PRIMO ANNO (1 novembre-31 ottobre)

Nel primo anno, i dottorandi sono tenuti a seguire i corsi curriculari e i seminari tenuti da invited speakers. È richiesta la presenza continuativa a Perugia nei periodi in cui si svolge la didattica curriculare (gennaio-maggio e settembre-ottobre). È richiesta la buona conoscenza della lingua italiana e della lingua inglese.

A ogni dottorando viene assegnato un Tutor, sotto la guida del quale dovranno essere definiti l'argomento e la struttura della tesi di dottorato.

Nell'ultimo mese del primo anno di corso, ogni dottorando dovrà presentare in forma scritta un paper al Collegio. Per l'ammissione all'anno successivo, dovranno essere acquisiti 15 cfu secondo il seguente schema, sulla base di una relazione validata dal Coordinatore e dal Tutor:

 

ATTIVITÀ

MODALITÀ DI ACQUISIZIONE E

CFU

didattica curriculare

1 cfu ogni corso curriculare frequentato

seminari curriculari di invited speakers

1 cfu ogni due seminari frequentati

acquisizione di ulteriori competenze linguistiche (lingua italiana nel caso di studenti stranieri; altra lingua da scegliere anche in funzione del periodo da trascorrere all'estero nel secondo anno per gli studenti

italiani)

5 cfu per la frequenza di un corso di lingua almeno trimestrale

partecipazione ad altri seminari/convegni in qualità di relatore e/o di uditore

1 cfu ogni due seminari/convegni in qualità di uditore; fin o a 3 cfu p er ogni

seminario/convegno in qualità di relatore

pubblicazioni

fino a 5 cfu per ogni pubblicazione

 

SECONDO ANNO (1 novembre-31 ottobre)

Nel secondo anno, i dottorandi sono tenuti a trascorrere almeno un semestre di ricerca all'estero (minimo un mese se particolari ragioni legate al tema di ricerca richiedono la presenza in Italia), usufruendo delle apposite convenzioni o in modo autonomo, e godendo della maggiorazione del 50% della borsa di studio. Nei periodi in cui non sono impegnati all'estero, sono tenuti a seguire i seminari tenuti da invited speakers (gennaio-maggio e settembre-ottobre).

Nell'ultimo mese del secondo anno di corso, ogni dottorando dovrà presentare in forma pubblica una parte della tesi al Collegio. Per l'ammissione all'anno successivo, dovranno essere acquisiti 15 cfu secondo il seguente schema, sulla base di una relazione validata dal Coordinatore e dal Tutor:

 

ATTIVITÀ

MODALITÀ DI ACQUISIZIONE E

CFU

soggiorno documentabile di ricerca all'estero di almeno 1 mese

15 cfu/6 mesi o più 10 cfu/3-5 mesi

5 cfu/1-2 mesi

seminari curriculari di invited speakers

1 cfu ogni due seminari frequentati

partecipazione ad altri seminari/convegni in qualità di relatore e/o di uditore

1 cfu ogni due seminari/convegni in qualità

di uditore; fino a 3 cfu per ogni seminario/convegno in qualità di relatore

pubblicazioni

fino a 5 cfu per ogni pubblicazione

acquisizione di ulteriori competenze linguistiche (lingua italiana nel caso di studenti stranieri; altra lingua da scegliere anche in funzione del periodo da trascorrere all'estero nel secondo anno per gli studenti

italiani)

5 cfu per la frequenza di un corso di lingua almeno trimestrale

 

TERZO ANNO (1 novembre-31 ottobre)

Nel terzo anno, i dottorandi dovranno elaborare e presentare al Collegio entro il 15 ottobre la tesi di dottorato, acquisendo in tal modo gli ultimi 15 CFU.

Vai a inizio pagina
Sommario