Vai al contenuto principale

Componenti: Fiorella Giacalone (coordinatrice), Maria Giuseppina Pacilli (coordinatrice), Alessandra Bellelli, Diana Bianchi, Giuseppina Bonerba, Cecilia Cristofori, Alessia, Valongo, Federica Mannella, Claudia Mantovani, Marco Mazzoni, Alessandra Pioggia, Francesca Piselli, Roberto Segatori

Oggetto: Questa area tematica pone al centro della sua attenzione il genere, sia come oggetto di studio sia come chiave di lettura. Il tema del genere si caratterizza per una vocazione interdisciplinare: l’ottica gender sensitive è, infatti, trasversale a numerose discipline, dalle scienze umane - antropologia, psicologia, sociologia, storia etc. - alle scienze giuridiche o economiche.

L’obiettivo è quello di mettere insieme le competenze provenienti da aree scientifiche e discipline diverse per un approfondimento dei processi psico-socio-culturali che sono alla base delle discriminazioni basate sul sesso o sull’orientamento sessuale che ancora oggi sono presenti nella nostra e in altre società, come in diversi orientamenti religiosi.

Si intende, per questo, avviare una riflessione sui processi che a livello psicologico, storico-sociale, culturale, giuridico ostacolano la piena realizzazione di pari opportunità fra uomini e donne. Uno fra tutti, il sessismo, inteso come quell’insieme di atteggiamenti e comportamenti negativi in base al sesso che può investire sia le donne sia gli uomini come vittime. Il genere, come si è detto in precedenza, è sia un tema di indagine sia una chiave di lettura; dunque può essere utilmente impiegato per esaminare diversi ambiti d’indagine.

Possibili temi: violenza di genere, omofobia, diritti coppie omosessuali, oggettivazione sessuale, media e sessismo/ religioni e sessismo, pari opportunità, maternità/paternità, famiglie, diritti umani, stupri etnici.

Su questi temi, l’area tematica proporrà dei seminari interdisciplinari all’interno dei corsi dei docenti che afferiscono a essa.

Vai a inizio pagina
Sommario