Vai al contenuto principale

Il Master in "Promotore e organizzatore di processi di democrazia partecipativa" si propone di fornire competenze specifiche nell'ambito delle tematiche attinenti la democrazia partecipativa e deliberativa.

In particolare il Master è finalizzato a fornire le basi culturali, tecniche e metodologiche necessarie per gestire percorsi e progetti di partecipazione a processi decisionali, attraverso l'acquisizione della capacità di leggere e interpretare i bisogni e le specificità dei territori e delle relative comunità; di organizzare e gestire le risorse economiche (anche alternative), di comunità e di rete; di scegliere fra le principali tecniche e metodologie dei processi
partecipativi e deliberativi; di attivare processi di valutazione delle metodologie messe in atto.

Le conoscenze e le capacità teorico-pratiche, che saranno acquisite al termine del corso, prevedono l'approfondimento dei modelli della democrazia partecipativa e della democrazia deliberativa nel loro rapporto con i più tradizionali modelli di democrazia rappresentativa e di democrazia diretta, attraverso lo studio dei principali filoni di pensiero che sostanziano tale modello e dell'insieme di principi, valori e istituiti che ruota attorno ad esso (sfera pubblica, cittadinanza e interessi, trasparenza, informazione e comunicazione, politiche pubbliche, capitale sociale, solidarietà, sussidarietà, economia civile). L'importanza crescente della capacità di sviluppare modelli di tipo collaborativo discende dalla sempre maggiore complessità delle società contemporanee e delle politiche pubbliche, che, unita alla crisi della democrazia rappresentativa e dei corpi intermedi, ha innescato processi di trasformazione profonda nelle dinamiche di governo della cosa pubblica e di razionalìzzazione delle risorse e, dunque nel rapporto fra istituzioni e società civile. Il tradizionale schema bipolare, fondato sulla separatezza fra governanti e governati, è stato progressivamente messo in discussione dall'urgenza di metodi decisionali di tipo inclusivo e solidaristico, fondati sul coinvolgimento dei cittadini nella soluzione di problemi di interesse generale cui le istituzioni non sono più in grado di offrire risposte unilaterali. La realtà contemporanea impone la necessità di disporre di soggetti esperti nella progettazione e gestione di processi partecipativi e deliberativi, correttamente formati e soprattutto aggiornati, capaci di fornire un supporto fondamentale nel miglioramento della trasparenza, inclusività ed efficacia dei processi decisionali sottostanti le politiche, sia in ambito pubblico (pubbliche amministrazioni, assemblee legislative, istituzioni pubbliche, soggetti politici, istituzioni europee, ecc.), sia in ambito privato (organizzazioni della società civile, soggetti del terzo settore, comitati, ecc.). In entrambi i settori i titolari del Master potranno aspirare a svolgere ruoli importanti: gli istituti e i processi di democrazia partecipativa e deliberativa hanno infatti da tempo cominciato a mostrare la loro utilità, oltre che nella direzione della democratizzazione dei processi decisionali pubblici, anche all'interno dei processi decisionali dì aziende o imprese private, rendendone l'attività più trasparente e condivìsa, più sostenibile rispetto ai problemi di interesse generale, più efficace.

Ruolo chiave per la formazione dei discenti svolgono il carattere di marcata ìnterdisciplinarietà dei settori di approfondimento e l'ampio spazio dedicato ad attività di didattica assistita e laboratoriale.

Infine, particolare importanza è attribuita alla possibilità di seguire sul campo, come protagonisti attivi, concrete esperienze di democrazia partecipativa e deliberativa, così da acquisire una formazione completa per un professionista
con qualifiche rispondenti alle esigenze di gestione dei relativi processi. A questo fine è previsto che ciascun discente prenda parte a due stage formativi, uno in ambito privato e uno in ambito pubblico-istituzionale, al fine di garantire una formazione che tenga conto delle specificità e complementarietà dei due settori. Ciascuna esperienza di stage sarà poi affiancata da attività laboratoriali presso la sede del Master (una all'inizio, due intermedie e due finali), volte alla presentazione degli enti ospitanti i tirocini e delle relative attività, all'analisi degli stadi di avanzamento delle esperienze progettuali svolte sul campo, alla verifica condivisa e ulteriore elaborazione degli esiti. Le spese di alloggio e trasferta per la partecipazione agli stages saranno a carico degli studenti.

Il corso è aperto ad un numero massimo di 30 partecipanti.

Il numero minimo di partecipanti è pari a 20.

ISCRIZIONI

La domanda di ammissione alla selezione dovrà essere indirizzata al Magnifico Rettore dell'Università degli Studi di Perugia - P.zza Università, 1 - 06123 Perugia e dovrdovrà pervenire, a pena di esclusione, entro il termine perentorio del 27.1.2015.

BANDO E ALLEGATI

Master di I livello in "Promotore e organizzatore di processi di democrazia partecipativa" - A.A. 2014/15

Vai a inizio pagina
Sommario